Recensione Up all night di Giulia Argnani

Up all night è come l’amore può essere descritto in molti modi, ma è innegabile che si insinui nelle nostre vite, cresca con intensità e passione, solo per essere spazzato via all’improvviso come un uragano. La nostra recensione della graphic novel di Giulia Argnani.

image 2

Up all night di Giulia Argnani

  • Titolo: Up all night
  • Autore: Giulia Argnani
  • Editore: Edizioni BD
  • Pagine: 171
  • Data di pubblicazione: 2018
  • Prezzo di copertina: € 15.00
  • Link di acquisto: Qui

Up All Night Recensione

“Il tuo braccio sembrava dolce appoggiato alla mia spalla e ho avuto la sensazione di appartenere a qualcosa, di essere qualcuno”.

Mi sono imbattuto nelle meravigliose pagine di “Up All Night” di Giulia Argnani grazie all’edizione BD, un dettaglio che non posso fare a meno di menzionare in modo umile. Questo romanzo ci introduce gradualmente all’incontro tra due giovani donne: Chiara, un’anima spontanea e l’incarnazione della giovinezza spensierata, ma che comunque ha bisogno di qualcuno accanto a sé, e Greta, una donna carismatica e indipendente.

image 1

“Up All Night” non è solo una storia d’amore, di notti insonni, di dubbi e passioni, ma ha anche un elemento fondamentale che lo rende protagonista: la musica. La musica permea ogni pagina e ogni momento, sia quelli più cruciali che quelli meno significativi. Qui, non si tratta solo di una semplice colonna sonora, ma la musica è la linfa vitale stessa della narrazione.

La musica è la mia amante e non è seconda a nessuno – Duke Ellington

Greta ha scelto di vivere una vita in costante cambiamento, inseguendo il sogno di diventare una musicista di successo. Al contrario, Chiara conduce una vita semplice, limitata dagli obblighi familiari, dal suo percorso di crescita e dai continui dubbi che la tormentano nelle notti insonni.

Il legame che si sviluppa tra queste due donne rappresenta un’opportunità per scoprire se stesse e rinnovare la propria esistenza: Chiara trova la forza di rovesciare la sua routine quotidiana, di abbracciare nuove opportunità e di sperimentare nuove esperienze, positive e negative. Dall’altro lato, Greta si lascia coinvolgere senza resistenze, permettendo a qualcuno di entrare nella sua vita, amarla e prendersi cura di lei, nonostante sia un’anima libera.

L’amore tra Chiara e Greta segue il ritmo delle stagioni: l’inverno è dolce e gentile, come il calore delle lenzuola che accarezza la pelle e degli abbracci; la primavera è un momento di crescita e risveglio, ma anche di turbolenza; l’estate richiede impegno e costanza; l’autunno segna l’inizio di nuovi progetti.

Up all night

In un solo anno, tutto può cambiare, migliorare o peggiorare. I giorni sembrano seguire un ritmo musicale che si intreccia con le vite di Greta e Chiara.

Le note sono come le persone, hai una relazione con loro.

E più la relazione che hai è intima, più la musica che fai è ricca. -Up All Night

La storia di “Up All Night” è raccontata dal punto di vista di Chiara e accompagnata dai testi di canzoni che definiscono i momenti chiave della trama. Dalle note di “Hope There’s Someone” degli Antony and The Johnsons, alla nascita di un nuovo amore con “Hallelujah” di Jeff Buckley, passando per “Because the Night” di Patti Smith e i dubbi espressi in “Will You Still Love Me Tomorrow?” di Amy Winehouse, fino all’epilogo con “Not as We” di Alanis Morissette, la musica è parte integrante dell’esperienza di lettura. Ho persino creato una playlist su Spotify, disponibile qui, da ascoltare durante la lettura o al di fuori di essa.

“Up All Night” è una graphic novel che trasmette un amore sincero, intrecciato tra la musica, i pensieri e i dubbi, una storia in cui chiunque può ritrovarsi.

Non dimenticarci di seguirci su Instagram e Twitter. Scopri le nostre recensioni nella categoria dei Videogiochi.

You may also like...