Recensione: Insecto di Maria Llovet

Oggi vi condurrò attraverso le pagine dell’ultima graphic novel di Maria Llovet, intitolata “Insecto” e pubblicata da BD.

Vi parlo di Insecto di Maria Llovet

  • Pagine: 144 pagine, cartonato, bianco e nero, 13 €
  • ISBN: 9788832752298
  • Genere: SentimentaleDark
  • Editore: Edizioni BD
  • Acquista la tua copia su Amazon

Lea e Lucas: fratelli travolti dai conflitti familiari, dai dubbi dell’adolescenza, dagli istinti inspiegabili e irrefrenabili che riempiono i loro giorni. L’unica certezza è il legame che li unisce e che non permetteranno a nulla e nessuno di interrompere.

image 3
Insecto di Maria Llovet

Questa straordinaria graphic novel ci catapulta nel cuore di un amore proibito, un amore destinato a sfidare le convenzioni sociali, poiché si tratta di un sentimento che unisce Lea e Lucas, due fratelli. Attraverso le pagine di questa opera, Llovet ci offre un’affascinante immersione nella quotidianità di questi due adolescenti, un racconto che affronta temi al di fuori degli schemi tradizionali e che rappresenta ancora oggi un tabù nella nostra società.

E tu mi dirai: Che hai? E io terrò lo sguardo al suolo. E tu mi dirai: Che hai? E io guarderò verso il cielo. E mi sforzerò di sorridere – e tu ti spaventerai – e io mi sforzerò di sorridere per dirti: Non è niente…

Juan Ramòn Jimenez

L’autrice Maria Llovet mette in luce la purezza e la complicità di questo amore controverso, rendendo tangibile la forza dei sentimenti che nascono tra i due giovani. Nonostante la natura insolita della loro storia, il lettore si trova coinvolto profondamente, percependo la passione e la malinconia che permeano la narrazione, richiamando alla mente le parole di Juan Ramon Jiménez.

Le prime pagine della graphic novel ci offrono uno sguardo nell’ossessione di Lucas per Lea, raffigurando in modo audace ciò che il ragazzo riesce a scorgere attraverso la serratura, un mix di sogni, desiderio e ossessione nei confronti della sua stessa sorella. Questo desiderio bruciante, quando finalmente si materializza, lo lascia inerme di fronte alle parole e alle azioni di Lea, incapace di muoversi un centimetro per conquistare ciò che ora è suo e che può finalmente toccare.

“Che hai da guardare? Ti piaccio così tanto?”

L’arte di Maria Llovet è in continua evoluzione, passando da influenze giapponesi iniziali a sfumature più oscure per poi trasformarsi gradualmente in uno stile europeo. Inoltre, omaggia uno dei grandi classici dei fumetti italiani, “Valentina” di Guido Crepax. Questa trasformazione visiva accompagna magistralmente il cambiamento emotivo dei personaggi e contribuisce a enfatizzare le loro esperienze.

Dal punto di vista visivo, l’autrice fa un uso creativo delle vignette orizzontali, che poi si trasformano in primi piani che mettono in risalto dettagli fisici, consentendo al lettore di percepire intensamente le emozioni dei protagonisti. Nonostante i dialoghi siano pochi, le vignette si rivelano veri e propri veicoli di emozioni, offrendo una narrazione visiva coinvolgente. La storia, seppur audace e fuori dagli schemi, viene presentata in modo tale da risultare piacevole, senza mai scadere nella volgarità o nella banalità.

Insecto
Insecto di Maria Llovet

“Insecto” di Maria Llovet è una graphic novel che osa affrontare un tema delicato con sensibilità e maestria artistica. Llovet ci guida attraverso le complesse emozioni dei suoi personaggi in modo avvincente, trasportandoci in un mondo dove l’amore può essere sconcertante e inaspettato, ma sempre autentico e coinvolgente. Quest’opera ci invita a riflettere sulle convenzioni sociali e sulle sfide dell’amore, sfidando i tabù e spingendo i confini del medium grafico. Una lettura affascinante e indimenticabile che rimarrà a lungo nei nostri pensieri dopo aver voltato l’ultima pagina.

Conoscevi Insecto di Maria Llovet? Non dimenticarci di seguirci su Instagram e Twitter. Scopri le nostre recensioni nella categoria dei Videogiochi.

You may also like...